5 consigli per lavorare con PEEK in processo
CAD/CAM

Di recente abbiamo esaminato i materiali biocompatibili in odontotecnica. La resina ad alte prestazioni PEEK, di cui ci occupiamo oggi, è uno dei nostri 3 grandi materiali biocompatibili.

Abbiamo già menzionato nel nostro articolo wiki sulla resina PEEK che la lavorazione della resina PEEK non è sempre facile. Ora vorremmo darti 5 consigli per aiutarti a superare la paura di questo materiale entusiasmante e sfruttare l'intera gamma di vantaggi offerti dal PEEK.
 

PEEK Modellguss gefräst

Consiglio 1: Pensa al PEEK fin dall'inizio

Le strutture fresate in PEEK - con l'aiuto della più recente tecnologia CAD/CAM-richiedono più spazio di quello a cui potresti essere abituato da strutture in filigrana in cobalto-cromo (CoCr) o titanio . Se hai raggiunto un accordo preventivo con il paziente e il dentista su una protesi in resina PEEK, il dentista può prendere in considerazione questa decisione durante la preparazione e creare spazio sufficiente per un restauro in PEEK. 

Per darti un'idea di quanto deve essere più voluminosa una struttura in PEEK, confrontiamo di seguito gli spessori di ganci di uno scheletrato in cromo-cobalto con quelle di uno scheletrato in PEEK prodotta con CAD / CAM.
 

 

 

 

Area di sezione      

Larghezza               

Spessore  

CoCr   

PEEK        CoCr   PEEK      CoCr           

PEEK       

Connettore ganci

 3,5 mm²     

5,3 mm²       3,0 mm²   4,5 mm² 1,5 mm²   2,3 mm²

Spalla ganci

1,6 mm² 2,4 mm² 1,8 mm² 2,7 mm² 1,2 mm² 1,8 mm²

Punta ganci

1,2 mm²      1,8 mm² 1,2 mm² 1,8 mm² 1,0 mm²      1,5 mm²

Appoggio doppio        

2,5 mm² 3,8 mm² - - 1,4 mm² 2,1 mm²

Appoggio singolo

- - - - 0,6 mm² 0,9 mm²

Spessore profilo ganci

- - - - 0,9 mm² 1,4 mm²

Altezza profilo ganci

- - - - 1,8 mm² 2,7 mm²




È anche importante sapere che uno scheletrato in PEEK non può essere ampliato. Quindi, se tu e il tuo paziente avete deciso per un'alternativa priva di metallo, i denti che dovranno essere sostituiti nel prossimo futuro dovrebbero essere presi in considerazione nella fase di pianificazione. Quindi spingete (per quanto possibile) la produzione di tali protesi rimovibili più in là nel futuro.

Consiglio 2: Utilizza strutture fresate da dischi di resina PEEK

I ponti CAD / CAM realizzati da dischi grezzi PEEK pressati industrialmente sono più stabili delle strutture in granulato. La ragione di ciò è che la tecnica tradizionale di pressatura può provocare porosità durante la produzione. Nel processo CAD/CAM il materiale non soffre perché non è soggetto ad alcun cambiamento fisico. Tuttavia, non è solo la maggiore stabilità che gioca un ruolo nella scelta del processo di produzione per le strutture in PEEK, ma anche la qualità costante su cui puoi fare affidamento con i restauri in PEEK fresato.

Consiglio 3: Fresa il PEEK da solo nel tuo laboratorio

La resina ad alte prestazioni può essere fresata a secco o ad umido. A tale scopo si consigliano frese affilate e monotaglienti. Fresa il PEEK a bassa pressione e media velocità. Come in generale con i materiali termoplastici, anche rapidi eccessi del punto di fusione possono portare a cambiamenti nelle proprietà del materiale, quindi bisognerebbe assolutamente evitarlo.

Consiglio 4: Elaborazione successiva

L'uso di dischi da taglio può danneggiare il materiale, quindi lavora prima con le frese a taglio incrociato. Per la prelucidatura utilizza gommini rinforzati. Per la successiva lucidatura a specchio è possibile utilizzare paste lucidanti disponibili in commercio per ottenere una superficie particolarmente liscia e ridurre così la tendenza allo scolorimento e la formazione di placca.

Consiglio 5: Ricopri solo la parte anteriore visibile

Per poter garantire la massima stabilità possibile della protesi, è preferibile rivestire solo la parte anteriore visibile delle strutture in resina PEEK. La combinazione con altri materiali non è sempre facile a causa delle proprietà del materiale stesso. Per ottenere una maggiore forza di adesione è necessario prima irruvidire la superficie che si desidera rivestire mediante sabbiatura e quindi utilizzare un sistema di adesione approvato per PEEK. Come di consueto, utilizza un sistema di rivestimento che sia simile ai parametri fisici del PEEK per evitare scheggiature. Non sono necessari materiali speciali per questo, e puoi procedere a rivestire il tuo lavoro come al solito.

CONCLUSIONI

Il PEEK è un materiale speciale che, a causa delle sue proprietà, non è così facile da lavorare. A questo punto sono necessarie esperienza o istruzione e formazione sufficienti per ottenere un risultato di alta qualità. Se questa resina ad alte prestazioni viene utilizzata raramente, vale la pena considerare di esternalizzare i servizi di progettazione e/o produzione a un fornitore di servizi di fresatura. Noi di CADdent® lavoriamo con la resina PEEK da molti anni e siamo felici di supportarti con consigli, formazione o il servizio di fresatura stesso.