Ecco quanto è importante il profilo professionale di un odontotecnico: ieri, oggi e lontano nel futuro

È a volte difficile scoprire i propri talenti, soprattutto quando si è ancora ragazzi/e. Ma perché i giovani non considerano il lavoro di odontotecnico come una possibilità, nonostante la sua versatilità? L'influenza dei genitori gioca certamente un ruolo da non sottovalutare.

Durante la nostra ultima visita ad un incontro di porte aperte presso una fiera del lavoro ad Augusta, il nostro personale ha dialogato con una madre interessata, la quale ci ha confrontato con una tesi a cui probabilmente hai pensato spesso anche tu:

"L'odontotecnico è di per sé una professione interessante, ma con l'avvento della digitalizzazione, questo lavoro sarà sostituito dalle macchine. Gli specialisti in questo campo saranno quindi superflui”.

Oggi vorremmo chiarire questa tesi, perché gli odontotecnici in nessun caso verranno sostituiti e non diventeranno certo superflui.

Sì, è vero! Molto lavoro che prima veniva svolto a mano dagli odontotecnici ora è un compito destinato alle macchine. L'esempio migliore è la lucidatura di scheletrati con la lucidatrice. Ma ciò incide sulla futura vitalità della professione di odontotecnico? La nostra risposta è chiaramente: "No!“

Figura professionale degli odontotecnici in trasformazione

La figura profssione dell’odontotecnico continuerà a cambiare. Se guardi indietro alla lunga storia di questa professione, scopriamo che non c'è mai stata una battuta d'arresto. 

Diamo uno sguardo più da vicino alla storia della professione dell'odontotecnico

Anche se il termine "odontotecnico" esiste in questa forma solo dal 1911, la pratica delle tecniche è molto più antica.

4.500 anni: ecco quanto va indietro la storia della protesi, allora ancora fatta di osso o di avorio. La prima pietra miliare per protesi estetiche
è stata posta nel 1710 con denti artificiali in porcellana, precursore dell'odierna zirconia. La tecnologia dentale ricevette un altro impulso nel 1728 con il primo libro di odontoiatria (Pierre Fauchard). Le tecniche di processo come le impronte in cera diventano l’approccio standard, integrato alla fine del XIX secolo da tecniche come le corone telescopiche e la fusione a cera persa. 

Da allora, lo sviluppo odontotecnico è progredito rapidamente: in Germania l’odontotecnica è stata riconosciuta come un mestiere a sé nel 1930 e nel 1936 è stato rilasciato il primo titolo di maestro artigiano nella Germania meridionale. Nel 1965 è entrato in vigore il primo regolamento di formazione per odontotecnici, il cui contenuto viene costantemente rivisto
e adattato all'evoluzione tecnica, odontoiatrica e protesica.
 

Criteri (di successo) per modificare il profilo professionale di un odontotecnico

A posteriori, si può affermare che il profilo professionale di un odontotecnico è sempre cambiato. La base del cambiamento è la conoscenza scientifica più recente, ma anche l'accesso a nuovi materiali e tecnologie innovative. 

Ciò che non può essere sostituito da nessuna tecnologia o nuovo materiale è il know-how e l'esperienza degli odontotecnici. Alcune operazioni, a volte non gradite, ci vengono facilitate o addirittura completamente sbrigate dalle macchine. Ma chi dice loro cosa fare e in che modo le protesi diventano un'esperienza di benessere per il paziente in termini di forma e funzione? Solo un odontotecnico può farlo.

Non è chiaro come il profilo professionale si svilupperà e cambierà in futuro, ma è indiscusso che digitalizzazione, responsabilità sociale e consapevolezza sanitaria sono le linee guida dello sviluppo. 

L'estetica continuerà a svolgere un ruolo importante nella protesi e nella conservazione degli elementi dentali naturali, e con essa la creatività in termini di forma e colore. Come in passato, la comprensione tecnica sarà uno dei prerequisiti per l'apprendimento di questa professione, perché nell'ecosistema del corpo, una visione olistica della salute e del benessere non riguarda solo l'estetica, ma anche la funzionalità della protesi.
 

Profilo professionale odontotecnico come trampolino di lancio

L’idea che la scelta di una professione sia una decisione per tutta la vita è stata superata da tempo e ci sono molte opportunità di sviluppo una volta apprese e padroneggiate le basi dell’odontotecnica. L'industria è grande e tutto è immaginabile: dalla scienza dei materiali e lo sviluppo di nuove tecnologie a specializzazioni tecniche che seguono la formazione o anche una laurea in odontoiatria. 

Con noi gli odontotecnici hanno l'opportunità di vivere la loro creatività nel nostro laboratorio partner, Labor Rager, con la tecnologia convenzionale, di progettare nella forma e nella funzione protesi virtuali utilizzando sistemi CAD, di accompagnare l'implementazione sulla base di tecnologie CAM, di ottimizzare i processi di produzione con idee innovative o di lavorare su progetti, che, ad esempio, hanno come materia la sperimentazione di nuovi materiali o tecniche, collaborando ad essi o addirittura coordinandoli. Chi ama confrontarsi con le persone e ama trasmettere conoscenze, know-how ed esperienza ha anche la possibilità di mettersi alla prova in posizioni nel servizio clienti, nell'assistenza tecnica ai clienti o nelle vendite.
 

LA NOSTRA CONCLUSIONE

La professione odontotecnica continuerà ad offrire ampie possibilità di apertura in futuro e continuerà a svilupparsi con conoscenze progressiste basate sulla scienza, la digitalizzazione e le ultime tendenze. Chiunque sia aperto al cambiamento sarà in grado di utilizzare questi sviluppi per se stesso e a beneficio dei pazienti.