Zirconia nell'odontotecnica:
elaborazione e sfide

La zirconia è da tempo avanguardia in odontotecnica. Ha una moltitudine di vantaggi, che la rendono ugualmente popolare tra odontotecnici, dentisti e pazienti. Oltre al fatto che l'ossido di zirconio è privo di metalli, ha un'elevata biocompatibilità grazie alla sua buona resistenza alla corrosione e ha anche ottime proprietà meccaniche sotto forma di elevata resistenza alla flessione e alla frattura, il materiale, in particolare la nuova generazione, è particolarmente estetico. 

Elaborazione della zirconia

La lavorazione dell'ossido di zirconio – pressato in cialde – in odontotecnica è diventata possibile solo con l'avvento della digitalizzazione nell'industria dentale, dal momento che ciò avviene meccanicamente utilizzando unità di fresatura CAD / CAM. Quando viene elaborato in queste unità di fresatura, la zirconia è solitamente ancora allo stato "grezzo", simile al gesso. Solo quando le strutture - fresate dal pieno - hanno assunto la forma desiderata della modellazione CAD, esse vengono sinterizzate e raggiungono così la durezza e la resistenza necessarie per essere utilizzate successivamente nella bocca del paziente. Per il processo di sinterizzazione vengono utilizzati forni speciali. Per alcuni materiali in ossido di zirconio sono addirittura consigliati determinati forni, poiché richiedono impostazioni individuali dei parametri di cottura con requisiti speciali. 

Importante da sapere: 
Durante il processo di sinterizzazione, la struttura in zirconia si restringe di circa il 20 - 30 %. Pertanto, durante la produzione di strutture in zirconia fresata, è necessario tenere sempre in considerazione il fattore di contrazione.

La post-elaborazione, ovvero la rifinitura e il montaggio di strutture in zirconio, avviene quindi allo stato sinterizzato. Poiché il materiale è molto soggetto a fessurazioni e scheggiature, si consiglia di rifinire esclusivamente con una turbina raffreddata ad acqua.

Zirconia presinterizzata

Per quanto riguarda la zirconia, si sente parlare spesso in odontotecnica di "zirconia HIP o presinterizzata". Ciò che si intende qui è zirconia completamente sinterizzata in forma di cialda, che viene utilizzata per la lavorazione CAD / CAM e quindi non deve più essere sinterizzata dopo il processo di fresatura. Oltre al fatto di risparmiare ai laboratori odontotecnici di dover acquistare un forno di sinterizzazione per la lavorazione della zirconia hip, il materiale, nella sua forma completamente sinterizzata, è meno sensibile per la sua durezza e resistenza, e non sussiste più la fonte di errore nel considerare un fattore di sinterizzazione. Tuttavia, poiché l'usura degli utensili è enorme durante la lavorazione dell'ossido di zirconio presinterizzato, e anche il tempo di lavorazione è notevolmente più lungo rispetto all'ossido di zirconio allo stato grezzo, questa variante non è stata in grado di affermarsi sul mercato. 

etkon scanner e software

etkon offriva un sistema di scansione autonomo che ha permesso di produrre file leggibili esclusivamente su fresatrici etkon nel centro di produzione di etkon. Gli scanner etkon funzionano con la tecnologia laser 3D. Secondo il materiale pubblicitario etkon, gli utenti di uno scanner etkon investirebbero una sola volta nell'hardware e poi beneficerebbero di aggiornamenti regolari del software 3D etkon-visual.

Poiché la ceramica da rivestimento e l'ossido di zirconio sono due materiali fragili che vanno uniti, le sollecitazioni risultanti da diversi coefficienti di dilatazione termica (CET), tra l'altro, possono causare fratture nella ceramica, e possono portare a rotture, fessure, crepe nel rivestimento ceramico e successivamente anche a esfoliatura. La cosiddetta "scheggiatura" (chipping) può verificarsi anche con le strutture in metallo, ma più frequentemente con le strutture in ossido di zirconio ceramizzate. 

Il nostro consiglio:
Si consiglia di scegliere una ceramica da rivestimento che abbia un valore CET (quasi) identico al materiale della struttura da rivestire. Inoltre, le strutture in zirconia devono essere supportate anatomicamente e arrotondate per ottenere un carico di rottura più elevato e ridurre al minimo il rischio di scheggiatura.
 

"Chipping" in corone e ponti in zirconio ceramizzati

Poiché la ceramica da rivestimento e l'ossido di zirconio sono due materiali fragili che vanno uniti, le sollecitazioni risultanti da diversi coefficienti di dilatazione termica (CET), tra l'altro, possono causare fratture nella ceramica, e possono portare a rotture, fessure, crepe nel rivestimento ceramico e successivamente anche a esfoliatura. La cosiddetta "scheggiatura" (chipping) può verificarsi anche con le strutture in metallo, ma più frequentemente con le strutture in ossido di zirconio ceramizzate. 

Il nostro consiglio:
Si consiglia di scegliere una ceramica da rivestimento che abbia un valore CET (quasi) identico al materiale della struttura da rivestire. Inoltre, le strutture in zirconia devono essere supportate anatomicamente e arrotondate per ottenere un carico di rottura più elevato e ridurre al minimo il rischio di scheggiatura.
 

Elimina il rischio di scheggiatura con corone e ponti in zirconia monolitica

Con i nuovi materiali in zirconia, le modellazioni di corone e ponti hanno già un livello estetico tanto elevato (grazie alla traslucenza particolarmente alta) che possono essere utilizzate sul paziente senza rivestimento, cioè già in forma monolitica. Senza la necessità di un rivestimento in ceramica è possibile evitare il rischio di "scheggiatura". Ma non solo si evita la "scheggiatura" con soluzioni monolitiche, il lavoro monolitico richiede anche molto meno spazio, poiché non ci sono strati di rivestimento. Le corone in zirconia integrale sono quindi ideali per situazioni orali che hanno poco spazio.

Zirconia monocromatica e zirconia multistrato

Molti dischi in zirconia (come alcuni materiali in zirconia Ivoclar del sistema Ivoclar IPS e.max® ZirCAD) sono già precolorati industrialmente. Contrariamente ai dischi di zirconia monocromatici, che sono colorati in un unico colore, con la zirconia multistrato (ad es. KATANA™ Zirconia) si possono vedere diversi strati all'interno di un’unica cialda, che simula quindi una sfumatura di colore naturale dalla dentina allo smalto (da dentina - scura, a incisale - brillante). Come per i denti naturali, l'opacità è maggiore nell'area della dentina, mentre si ottiene una maggiore traslucenza nell'area dell'area incisale. L'odontotecnico che posiziona la modellazione virtuale nel disco può così influenzare la traslucenza della corona o del ponte. Per una sfumatura di colore naturale, c'è anche la possibilità di infiltrare il colore nella struttura dopo la fresatura della zirconia: il materiale più noto che funziona con questa tecnica è la zirconia Prettau®.

Il nostro marchio CADtools copre l'intero spettro nel campo della zirconia CADtools: dalla zirconia opaca alla zirconia monocromatica e multistrato colorata industrialmente fino alla zirconia infiltrabile personalizzabile. 

Challenges in the processing of zirconium oxyde

The more translucent the material being processed is, the thicker the wall and edge have to be, due to the decreasing flexural strength. The patient's oral situation often does not allow for this, which is why these requirements are often not met against better knowledge. If this is the case, that the recommendations regarding wall and edge thicknesses are not observed, fractures and cracks can occur in the structure.

The incorrect use of ceramic firing can also lead to cracks, fissures or, more generally, to “chipping”. Zirconia is a poor conductor of heat, which is why this material has different requirements for ceramic firing than metal frameworks.
 

LA NOSTRA CONCLUSIONE

Zirconia is a real all-rounder in dental technology and can be used in many ways, even if the advantages and challenges are well balanced. For each patient case, it is necessary to decide individually which type of zirconia makes sense and whether it should be used as full zirconia or for veneering. Do you have a case where you are unsure which kind of zirconia to work with? Then contact us, our experts will be happy to advise you!